Approfondiamo

Forfora e Dermatite seborroica

Forfora e Dermatite Seborroica

26 Febbraio, 2020 by creazionesiti Tricoinstitute Commenti disabilitati su Forfora e Dermatite Seborroica

TricoinstituteForfora e dermatite Seborroica.

In condizioni normali le cellule dello strato corneo si allontanano per desquamazione, i frammenti di cheratina che si distaccano sono numerosissimi, ma essendo molto piccoli risultano invisibili.

In alcune circostanze il processo di desquamazione può avvenire in maniera anormale, formando dei frammenti molto più grandi e, pertanto, visibili con un colorito bianco-giallastro che chiamiamo Forfora. Una delle cause maggiori di questa desquamazione anomala è la dermatite seborroica. Questa dermatite è eritemato-desquamativa recidivante, localizzata nelle aree ricche di ghiandole sebacee. Colpisce il 5% della popolazione compresa tra i 18 e i 40 anni.

Questa dermatite può essere distinta in due forme:

  • Pitirasi sicca, o forfora secca – questa viene caretterizzata dalla formazione di squame biancastre sul cuoio capelluto, causando un enorme disagio a causa della loro visibilità sui capelli e sugli indumenti.
  • Pitiriasi steatoide, o forsora grassa – questa dermatite invece viene caratterizzata da squame molto spesse, grigio-giallastre ed untuase, spesso associate ad un eritema.

La dermatite seborroica oltre all’inesteticità può causare prurito, chi colpito da questa patologia ne soffre maggiormente d’inverno che d’estate.

La forfora si viene a creare in zone d’inffiammazione del cuoio capelluto ed a un aumento della profilerazione delle cellule epidermiche. Queste cellule hanno poca capacità di adesione nei confronti delle aree normali circostanti e tendono facilmente a distaccarsi dando origine a quelle odiose squame.

L’infiammazione, da studi effettuati, è stata messa in relazione con un anomalia della popolazione microbiotica del cuoio capelluto.

Normalmente sul nostro cuoio capelluto è abbondante la flora microbiotica, composta principalmente da batteri come lo Staphylococcus epidermidis, e da lieviti del genere Malassezia.

I lieviti rappresentano, di norma, la metà della flora microbiotica, ma nei soggetti con forfora le quantità sono molto più elevate.

Scopri i nostri consigli per rimediare a questa anomalia ( Forfora e dermatite Seborroica) e seguici su Facebook per rimanere informato/a.

, , , ,